it Italiano
Gasperini durante l'incontro di Chessboxing

Marcello Gasperini è campione europeo di Chessboxing

Un ring e due pugili. I nostri amici scacchisti che osservano questa foto potrebbero pensare che l’autore dell’articolo sia stato condizionato dalle alte temperature di questi giorni di giugno. Quale attinenza ha la box con quello che noi amiamo definire il “nobile gioco” degli scacchi?

Il trade union è una disciplina piuttosto recente, il Chess boxing, che alterna i round della box al gioco rapid degli scacchi.

I due sfidanti si affrontano sulla distanza di un massimo di undici riprese, in cui vengono alternati un round di scacchi ed uno di pugilato, iniziando con un round di scacchi della durata di quattro minuti, seguito da uno di pugilato della durata di tre minuti. Tra un round e l’altro c’è un minuto di pausa, per consentire ai contendenti di cambiarsi.

La variante di scacchi utilizzata per gli incontri è un gioco rapido con dodici minuti a disposizione di ciascun giocatore per completare la partita. Se un combattente non muove durante il suo turno può essere ammonito dall’arbitro, e da quel momento ha dieci secondi per effettuare una mossa.

L’incontro può terminare per knockout, per scacco matto, per decisione del giudice o per esaurimento dei venti minuti a disposizione da parte di uno dei due contendenti.

Il primo Campionato Europeo pesi mediomassimi di chess boxing, mai disputato in Italia, ha visto il Campione Italiano Marcello Gasperini (sulla destra nella foto) sconfiggere il britannico Richard Frazer per KO tecnico alla seconda ripresa.

La cornice dell’evento è stata la splendida Piazza Ducale di Vigevano.

Marcello è un amico del Bollate Chess Club e per l’evento prestigioso è stato allenato dal nostro CF Andrea Gori, che lo ha seguito durante le settimane che precedevano l’incontro, cercando di mettere a punto un approccio strategico specifico. Marcello ha anche partecipato al nostro Blitz di Maggio, un 5+3 di warm up.
Sedersi alla scacchiera dopo aver disputato un round di pugilato e magari aver incassato qualche colpo pesante e con della musica ad alto volume nelle orecchie non è certamente facile e l’incontro ha riservato qualche sorpresa. Dopo poche mosse Marcello a causa di una svista perde la Donna.

Recuperare è difficile. Bisogna spingere sul ring. Ed è così che è arrivata una clamorosa vittoria!
Caro Marcello, siamo orgogliosi del tuo successo, la nostra comunità ha fatto il tifo per te ed è pronta a sostenerti per i prossimi appuntamenti. Pronti ad incrociare…i pedoni conte.

Lascia un commento

Torna su